Le Pietre o Cristalli  utilizzati   per i pendenti sono  state sottoposte ad una serie di procedimenti speciali al fine di purificare, caricare e potenziare la pietra con esposizioni, vibrazioni, intenzioni e suoni speciali in modo da rendere la Pietra stessa un potente catalizzatore di energie benefiche e positive.

PENDOLINO DI AMETISTA

PENDOLINO/PENDENTE AMETISTA - CON POTENZIAMENTO SPECIALE

PER COMUNICARE CON LA PROPRIA PARTE PROFONDA E PER PROCESSI DI PURIFICAZIONE, GUARIGIONE E CRISTALLOTERAPIA

Pietra: Ametista

Dimensioni pietra: 38 x 8 mm

Cosa Riceverai: 1 pendolino/pendente in Ametista + 1 cordoncino nero (45cm di lunghezza come in foto)

Spedizione: la spedizione viene effettuata dalla Thailandia quindi i tempi di consegna possono variare da 20 a 30 giorni lavorativi.

Le foto hanno scopo illustrativo. Le pietre potrebbero avere tonalità, striature ed elementi diversi, tipici della pietra stessa.

 

PROCESSO DI “PURIFICAZIONE, CARICAMENTO E POTENZIAMENTO” DELLA PIETRA

 

Questa Pietra o Cristallo è stata sottoposta ad una serie di procedimenti speciali al fine di purificare, caricare e potenziare la pietra con esposizioni, vibrazioni, intenzioni e suoni speciali in modo da rendere la Pietra stessa un potente catalizzatore di energie benefiche e positive.

 

I PROCESSI A CUI VIENE SOTTOPOSTA LA PIETRA SONO STATI LUNGAMENTE TESTATI E VERIFICATI CON TECNOLOGIE MEDICHE ED ENERGETICHE E RESTANO SEGRETI.

 
 

L’ametista appartiene alla famiglia dei quarzi cristallini e deve il suo colore violetto alla presenza di tracce di ferro. Spesso associata a rocce basaltiche subalcaline, è sin dal 3000 a.C., in Egitto, Sudafrica e in Mesopotamia, una delle gemme più utilizzate per la creazione di gioielli, sigilli e intagli.

 

Una leggenda mitologica narra che Ametista era una ninfa dei boschi di cui Bacco, il dio del vino, si era invaghito; ma la fanciulla, per sfuggire allo sgradito corteggiamento, si rivolse a Diana, che la trasformò in un limpido cristallo. Adirato, Bacco vi rovesciò addosso la sua coppa colma di vino, conferendogli così il suo colore violetto, insieme al potere di proteggere dagli inebrianti effetti della bevanda a lui cara, chi indossasse la gemma.

 

Il suo colore viola ha però uno svantaggio, infatti la sua prolungata esposizione al sole e alla luce intensa ne provoca l’impallidimento; ad una temperatura tra i 400 °C e i 500 °C, i cristalli cambiano il loro colore in modo radicale (in giallo-bruno-arancio) diventando artificialmente simili ai cristalli di quarzo citrino e spesso venduti fraudolentemente come tali. Il valore della gemma, non va a peso, non dipende da grammi o centimetri, ma dipende dal colore visualizzato alla luce.

 

Chakra collegato all’Ametista: sesto chakra Ajna  (“Fronte o Terzo Occhio”) e settimo chakra Sahasrara (“Corona”)

 

 

Elemento

Acqua: l’elemento acqua riguarda la sfera delle emozioni e della femminilità (amore, guarigione, compassione, riconciliazione, pace, sonno, sogni e sensitività).

I cristalli di ametista si rinvengono essenzialmente all’interno di geodi sviluppatisi nelle rocce basaltiche a causa di un’attività idrotermale successiva, ma spesso prossima, all’evento magmatico stesso. I geodi sono cavità presenti entro le rocce ignee, che rappresentano, di fatto, bolle di gas variamente modellate dallo scorrimento maggiore o minore del liquido magmatico. Quanto minore è la viscosità del liquido, tanto più allungata può essere la forma del geode di cui la parte più acuminata coincide con la direzione dello scorrimento del flusso. Sulle pareti interne di tali geodi si possono sviluppare raggruppamenti di cristalli (tra i più comuni quarzo, zeoliti, carbonati e solfati) “cresciuti” grazie alla particolare composizione chimica e alla temperatura relativamente alta (da 850 a 50 °C) dei fluidi idrotermali percolati attraverso la roccia.

 

Il quarzo ametista è una pietra magnetica e affascinante. I nostri antenati, incapaci di comprendere la sua natura fisica, ne attribuivano la nascita ai processi di solidificazione dell’acqua. Come accadeva per il cristallo di rocca, ritenevano che l’ametista fosse acqua solidificata con il potere di impedire all’uomo di perdere la lucidità mentale anche sotto l’effetto dell’alcol. Amethystos significa appunto “colui che non si ubriaca“

 

Drusa di ametista, ametista grezza o burattata. Qualsiasi sia la forma del quarzo, potrà esservi di aiuto nell’attuare quei piccoli e grandi cambiamenti di consapevolezza nella vostra vita, che vi porteranno con il tempo a raggiungere un equilibrio superiore!

 

A CHI È RIVOLTA L’AMETISTA?

 

Come tutte le altre pietre dal sistema cristallino trigonale, anche l’ametista agisce in maniera semplice e diretta. Per tanto troverà una maggiore affinità con voi se prediligete uno stile di vita sobrio e tranquillo. Ideale per coloro che non amano eccedere e non fanno il passo più lungo della gamba, così da evitare rischi inutili.

 

Il significato dell’ametista profondo è: se amate fare scelte ponderate e riflettute, se siete consapevoli che ogni cambiamento richiede tempo e dedizione, allora siete capaci di mantenere vivo in voi il dono più grande: quello dell’equilibrio.

 

Può rivelarsi un’alleata fondamentale per quelle persone che invece vogliono far proprie le sue qualità. Se volete allontanare lo stress, trovare la vostra zona comfort (senza però adagiarvi, perché imparerete che tutto è mutevole) e imparare a gestire le situazioni difficili con mente lucida, allora potete decidere di utilizzare l’ametista nella sua forma grezza. La cosa importante è averla sempre vicina. Nella cristalloterapia l’ametista viene posizionata sul terzo occhio con lo scopo di aiutare la persona a superare tutti gli schemi mentali divenuti obsoleti e dannosi per la crescita personale.

 

 

PROPRIETÀ SUL CORPO, LA MENTE E LO SPIRITO

 

MENTE

Questa pietra possiede moltissime proprietà, prima tra tutte la capacità di allontanare gli incubi notturni incrementando l’attività onirica. Rafforza l’autocontrollo, l’autostima, la forza interiore, quindi la memoria e aiuta a vedere attraverso le illusioni per raggiungere un livello superiore. Calma, rassicura e favorisce le capacità medianiche. Una pietra che porterà la persona che la possiede, verso l’onestà, allontanandola quanto più possibile dalle situazioni ambigue che creano solo ulteriori problemi.

 

 

CORPO

Contrasta l’insorgere dell’emicrania e le tensioni mentali, quindi interviene sul sistema endocrino e quello immunitario favorendo la purificazione del sangue. Protegge dalle infezioni agli occhi, ma anche contro le patologie legate a polmoni, flora batterica, ipertensione, rigidità e sistema nervoso. Aggiunta in una crema per il viso ne incentiva il potenziale, agendo contro l’acne. Questa pietra vulcanica aiuta a regolare i liquidi corporei, i gonfiori ad attenuarsi e le ferite a rimarginarsi prima. L’ametista è una pietra in grado di attenuare i dolori. Inoltre, bere elisir di ametista regola il sistema digestivo.

 

 

SPIRITO

Opera in modo preciso sulla sfera emotiva galvanizzando e allontanando sconforto e stati depressivi, aiuta a rielaborare una perdita e un lutto. L’ametista può incidere sulla sicurezza interiore e sul timore di agire. Se inserita in un ambiente, riequilibra le energie date dall’ingresso di estranei e ospiti, oppure garantisce serenità all’interno della camera da letto favorendo un buon riposo. Può lavorare in coppia con i Fiori di Bach, in particolare l’Agrimony.

 

AMETISTA NELLA VITA QUOTIDIANA: COME UTILIZZARLA

 

1. Contro l’insonnia

Posizionate un esemplare nella fodera del cuscino oppure sul comodino. Vi aiuterà a trovare il sonno e liberare la mente da tutte le preoccupazioni che vi impediscono di riposare bene.

 

2. Per avere sogni chiarificatori

Se quello che cercate è un sogno chiarificatore o premonitore, l’ametista potrebbe proprio fare a caso vostro. Stimola il terzo occhio e vi permette di vedere lontano, oltre le apparenze. Comprenderete meglio la simbologia del mondo onirico.

 

3. Per vedere oltre

Se desiderate affinare il vostro intuito, tenete la pietra il più possibile vicina al terzo occhio.

 

4. Se volete purificare l’ambiente

Basta tenere la pietra nell’ambiente che intendete purificare e si occuperà di tutto lei!

 

5. Per purificare il corpo

Gli elisir di pietre sono il metodo migliore, quello più veloce e ovviamente privo di controindicazioni. Dovete tenere la pietra in acqua per 24 ore prima di berla (attenzione a non buttar giù anche il cristallo!).

 

6. Per non ubriacarsi

Si tratta solo di una leggenda, ma tentar non nuoce! Per svolgere questo compito, la pietra deve essere immersa nel bicchiere dal quale si sta bevendo.

 

7. Per energizzare corpo, mente e spirito

Preparate come spiegato prima un elisir di ametista ma, invece di berlo, svuotate la bottiglia caricata nella vostra vasca da bagno. Aggiungete qualche olio essenziale e rilassatevi!

 

UTILIZZATO SERIAMENTE CON BUON SENSO IL PENDOLINO È UN AIUTO PER OGNI PERSONA DESIDEROSA PER TROVARE LE RISPOSTE PIÙ APPROPRIATE A DOMANDE DI OGNI GENERE.

PENDOLINO DI OPALE

Pendolino/Pendente

Per comunicare con la propria parte profonda, per processi di purificazione e cristallo-terapia.

Pietra: Opale

Dimensioni pietra: 20 x 10 mm

Cosa Riceverai: 1 pendolino/pendente in Opale + 1 cordoncino nero (45cm di lunghezza come in foto)

Spedizione: la spedizione viene effettuata dalla Thailandia quindi i tempi di consegna possono variare da 20 a 30 giorni lavorativi.

Le foto hanno scopo illustrativo. Le pietre potrebbero avere tonalità, striature ed elementi diversi. tipici della pietra stessa.

Questa Pietra o Cristallo è stata sottoposta ad una serie di procedimenti speciali al fine di purificare, caricare e potenziare la pietra con esposizioni, vibrazioni, intenzioni e suoni speciali in modo da rendere la Pietra stessa un potente catalizzatore di energie benefiche e positive.

Eccone alcuni :

Pulizia della Pietra con acqua purificata
Esposizione per lungo periodo alla luce della Luna
Esposizione alla Vibrazione potenziante di Cristalli Madre
Esposizione per diverse settimane ai suoni di speciali Mantra “specifici” così da assorbirne la Vibrazione e l’Intenzione di base
Esposizione ad Intenzioni “Specifiche” effettuate da Meditatori Esperti

PER COSA SI USA LA PIETRA OPALE

POTENZIAMENTO DELLA COMUNICAZIONE CON LA PROPRIA PARTE PROFONDA, AUMENTO DELL’INTUIZIONE E DELLA CAPACITÀ DI CONNETTERSI CON LA PARTE DIVINA. OTTENERE MESSAGGI DURANTE I SOGNI.
 

L’opale è un minerale amorfo: è un ossido di silicio idrato, quindi ricco d’acqua, che può essere rinvenuto in natura nelle più varie forme e colorazioni. La gemma si caratterizza per una tinta di base tenue, dal panna al lieve marrone, intervallata da striature brillanti dalle più svariate tonalità, dal rosso intenso al blu oltremare. Si forma tramite il deposito di gel di silice che, esposto alle basse temperature, solidifica in più strati.

Dell’opale, inoltre, esistono diverse varietà, alcune molto comuni e altre, invece, più rare e preziose: fra le più conosciute si elenca l’opale nobile, nero, d’acqua, di fuoco, xiloide e la ialite.

 

Grazie ai suoi innesti brillanti, l’opale è noto per i suoi giochi di rifrazione della luce: la disposizione delle sfere di silice al suo interno, infatti, non è dissimile da quella dei cristalli e ciò non solo aumenta la rifrazione dei raggi luminosi, ma anche effetti di scomposizione cromatica. 

 

L’estrazione dell’opale avviene soprattutto in Australia, dove la pietra è simbolo nazionale e, non ultimo, dove avviene il 97% della produzione mondiale. Seguono quindi il Messico e il Galles, tuttavia paesi dalla disponibilità ben più ridotta.

 

Già in antichità questa pietra era estremamente apprezzata ma allo stesso tempo temuta. Per la sua capacità di riflettere tutti i colori, si credeva contenesse i poteri di tutte le pietre. 

 

Chiamata “La pietra degli occhi”, era un amuleto infallibile per qualsiasi problema connesso alla vista, sia dal punto di vista anatomico che spirituale. Si credeva, infatti, che l’Opale avesse il potere di sviluppare la “Vista”, ovvero la chiaroveggenza, i poteri divinatori e la consapevolezza spirituale.

 

L’opale è una rinomata pietra capace di attirare la fortuna su colui che la indossa. Una leggenda indiana vuole che l’opale sia ciò che resta della Dea dell’Arcobaleno, trasformata in questa pietra mentre cercava di fuggire da alcuni Dei (Shiva, Vishnu e Brahma) che le stavano dando fastidio. Fu la Dea Madre a trasformarla. 

 

GLI EFFETTI SUL CORPO

L’opale è preziosa per la salute degli occhi. Viene usata anche per la salute di unghie, capelli e pelle. Bilancia i liquidi nel corpo ed è quindi molto valida contro la ritenzione idrica. Si dice che possa purificare reni e sangue, regolando anche la produzione d’insulina. Stimola la memoria ed equilibra gli ormoni femminili.

 

GLI EFFETTI SULLA MENTE

Rafforza le emozioni, porta in superficie i sentimenti così da poter analizzarli. Amplifica il processo di pulizia delle ferite passate, cancellando i vecchi risentimenti. Usatela se desiderate essere più positivi e spontanei con gli altri. Porta felicità e un cambiamento giocoso.

 

GLI EFFETTI SULLO SPIRITO

A livello energetico stimola i sette chakra. In base al colore, porta energia e vibrazioni positive al chakra corrispondente. Lavora anche all’interno dell’aura bilanciandola. Risveglia le doti psichiche e mistiche. Viene usato per indurre il sogno lucido e la visione. Attira le entità angeliche e migliora la comunicazione con il Divino. Aiuta a connettersi alle forze dell’acqua.

 

Tra i Romani era spesso chiamato “Cupidos Paederos” ovvero “un bambino bello come l’amore”, simbolo di purezza, onestà e innocenza.

Nella mitologia greca gli Opali sono le lacrime di gioia piante da Zeus dopo la sconfitta dei Titani. 

Gli Aztechi credevano che l’Opale fosse la pietra di Quetzalcoatl, il serpente alato dio della creazione.

Nel Medioevo il termine latino “opalus” divenne “opthalmos” in riferimento alle virtù di guarigione degli occhi dell’Opale. I suoi colori che spesso evocano l’immagine della nebbia o di una nuvola, suggerirono una pratica magica grazie alla quale l’operatore diveniva invisibile e poteva rubare sotto gli occhi di tutti senza esser visto.

 

Secondo la Cristalloterapia moderna l’Opale stimola la gioia di vivere ed aiuta a “vedere a colori” la propria vita. Rende emotivi, seducenti, anticonvenzionali e rafforza l’energia sessuale. Può essere usato per risolvere i problemi legati all’apparato femminile, stabilizzare gli ormoni e il sistema nervoso. 

 

L’Opale è governato sia da Mercurio, dio della comunicazione, messaggero degli dei e guida delle anime, e dalla Luna, maestra di magia, di visione e dei sogni.

 

UTILIZZATO SERIAMENTE CON BUON SENSO IL PENDOLINO È UN AIUTO PER OGNI PERSONA DESIDEROSA PER TROVARE LE RISPOSTE PIÙ APPROPRIATE A DOMANDE DI OGNI GENERE.

 

QUANTITA' LIMITATA

PENDENTE ALA D'ANGELO-OPALE

SOLO 4 PEZZI DISPONIBILI

BELLISSIMO E UNICO!

Pietra: Opale

Dimensioni pietra: circa 35 x 15 mm

Cosa Riceverai: 1 pendente in Opale + 1 cordoncino nero (45cm di lunghezza come in foto)

Spedizione: la spedizione viene effettuata dalla Thailandia quindi i tempi di consegna possono variare da 20 a 30 giorni lavorativi.

Questa Pietra o Cristallo è stata sottoposta ad una serie di procedimenti speciali al fine di purificare, caricare e potenziare la pietra con esposizioni, vibrazioni, intenzioni e suoni speciali in modo da rendere la Pietra stessa un potente catalizzatore di energie benefiche e positive.

 

I PROCESSI A CUI VIENE SOTTOPOSTA LA PIETRA SONO STATI LUNGAMENTE TESTATI E VERIFICATI CON TECNOLOGIE MEDICHE ED ENERGETICHE E RESTANO SEGRETI.

 
A PURO TITOLO INFORMATIVO, ALCUNI DEI PROCESSI POSSONO RIASSUMERSI NEI SEGUENTI:
Pulizia della Pietra con acqua purificata
Esposizione per lungo periodo alla luce della Luna
Esposizione alla Vibrazione potenziante di Cristalli Madre
Esposizione per diverse settimane ai suoni di speciali Mantra “specifici” così da assorbirne la Vibrazione e l’Intenzione di base
Esposizione ad Intenzioni “Specifiche” effettuate da Meditatori Esperti